AVOCADO…UN SUPER FOOD, UN SUPER FRUIT!

Frutto tipicamente esotico, l’avocado (o Aguacate come lo chiamavano gli aztechi), è originario dell’America centrale. Oggi viene coltivato principalmente in Brasile, Perù, California, Florida, ma anche in Indonesia, in Australia e Sud-Africa: di conseguenza è disponibile tutto l’anno nei mercati di tutto il mondo.

Il frutto è formato da una scorza carnosa di colore che va dal verde al bruno e contenente un grosso seme immerso in una polpa giallognola, poco dolce e di sapore delicato e gradevole.

Solitamente viene venduto leggermente acerbo, poiché quello maturo tende a deteriorarsi nel giro di pochi giorni.

L’avocado è un frutto squisito, dalle incredibili proprietà nutrizionali: antiossidanti ed energetiche.

La principale caratteristica nutrizionale è la sua ricchezza di grassi insaturi (con un equilibrio nutrizionale paragonabile a quella del latte materno!) e di Omega3, capaci di stimolare la produzione di colesterolo buono (HDL) e di frenare il deposito di quello cattivo (LDL).

Inoltre possiede proprietà antiinfiammatorie e antidepressive: alcuni studi, infatti, confermano il suo ruolo nel prevenire malattie celebrali quali l’Alzheimer.

L’avocado è anche un’autentica miniera di antiossidanti che aiutano a combattere i radicali liberi e riducono lo stress ossidativo. Alcuni dei suoi antiossidanti più importanti (Vit. A, Vit.C, Vit. E) aiutano a prevenire le rughe e l’invecchiamento della pelle favorendone l’elasticità.

Possiede poi una buona percentuale di proteine con aminoacidi essenziali paragonabile quasi a quella della carne rossa (ma più facilmente digeribili in quanto affaticano meno il rene).

L’avocado contiene molto potassio e poco sodio che lo rendono leggermente diuretico.

Inoltre è un frutto scarsamente zuccherato quindi può essere consigliato anche a persone che soffrono di diabete o che tendono ad avere livelli di glicemia alterata; infatti, la notevole quota proteica e lipidica presente nel frutto ben bilanciano il carico di zuccheri ed evitano l’insorgenza di picchi glicemici.

Per la presenza di diversi enzimi digestivi, tra cui la lipasi, è indicato anche a chi soffre di gastrite o ha difficoltà di digestione; inoltre non essendo molto zuccherato non crea eccessiva fermentazione intestinale ed è quindi consigliato anche a chi soffre di colon irritabile o gonfiore addominale.

Data la sua completezza alimentare può essere mangiato da solo condito con sale e succo di limone (che previene l’ossidazione della polpa e ne migliora la digestione), oppure abbinato al pesce (per esempio crema di avocado e gamberi) o per arricchire le insalate (ottima l’insalata di avocado e scaglie di pecorino).

Quando diventa molto maturo, si presenta quasi sotto forma di crema che può essere spalmata su del pane tostato con gocce di limone e un pizzico di sale diventando così un’ottima colazione salata!

SCOPRI TUTTE LE RICETTE CON L’AVOCADO SULLA APP COMBIYOU

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Articoli consigliati:
Corsa e cibo jogging emiliana giusti curarsi con il cibo
Salute

CIBO E CORSA

Correre fa bene! Ma non dietro a tutti gli impegni stressanti della vita quotidiana……. Intendo proprio infilarsi le scarpe da jogging, uscire di casa e

LEGGI L'ARTICOLO »